Tariffe

La tariffa del servizio idrico è regolata a livello nazionale dall’Autorità per l’energia, il gas ed il sistema idrico (AEEGSI), ora Autorità di Regolazione per Energia Reti e Ambiente (ARERA), e, a livello locale, dagli Enti di Governo d’ambito (EGA o ATO).

La tariffa copre i costi operativi (costi sostenuti per gestione operativa degli impianti, quali i costi di energia per far funzionare le pompe di sollevamento, i costi del personale, ecc.) e i costi di investimento (costi relativi alla manutenzione delle reti e degli impianti, necessarie per mantenere la loro funzionalità nel tempo, nonché quelli per la realizzazione dei nuovi impianti laddove necessari).

 Consulta le tariffe

 Consulta le tariffe reflui industriali

Nuova articolazione tariffaria (TICSI)

L’Autorità di Regolazione Energia Reti ed Ambiente (ARERA) (con la Delibera n. 665/2017/R/IDR, c.d. TICSI) ha introdotto una normativa a livello nazionale sull’articolazione tariffaria del servizio idrico integrato e gli Enti di Governo dell’Ambito (EGA) devono applicare questa normativa definendola a livello locale a decorrere dal 1 gennaio 2018.

Le modifiche più significative sono:

  • la distinzione tra utenze domestiche residenti ed utenze domestiche non residenti;
  • la previsione di pervenire, per tutte le utenze domestiche residenti, entro il 31 dicembre 2022 ad una articolazione tariffaria pro-capite e quindi commisurata alla numerosità dei componenti la famiglia;
  • l’abolizione del c.d. “minimo impegnato” (se previsto) anche per le utenze non domestiche.

Per quanto riguarda l’articolazione tariffaria pro-capite si prevede la possibilità di richiederne volontariamente l’applicazione anticipata utilizzando il modulo, che potrà essere utilizzato anche per la comunicazione della condizione di residente/non residente. 

In assenza di autocertificazione o comunque nel caso in cui non ci sia nota la numerosità del nucleo familiare residente, l’articolazione terrà conto di un numero di componenti standard pari a tre.

Per le utenze condominiali, la richiesta di cui sopra potrà essere effettuata, tramite il modulo, solo dall’Amministratore condominiale con riferimento a tutte le unità immobiliari servite dalla fornitura centralizzata.

I moduli possono essere inviati, corredati dalla copia di un documento di identità, all’indirizzo e-mail gestione.clienti@gruppoiren.it oppure consegnati manualmente ai ns. sportelli.

Per quanto riguarda le utenze non domestiche, è stata prevista una riclassificazione basata su categorie standard; per tale riclassificazione sono state utilizzate le informazioni a disposizione nella nostra banca dati; in caso di discrepanza, è possibile fare la segnalazione al numero verde indicato in bolletta.

Le nuove articolazioni tariffarie per l’anno 2018, qualora deliberate dall’EGA locale, sono disponibili sulla mappa.

Per saperne di più:

Consulta la scheda tecnica predisposta da ARERA
Guarda la presentazione

Partite pregresse ambito Genova

Delibera Città Metropolitana (EGA) Genova 13/2017 del 29 maggio 2017

La Delibera 13/2017 del 29 maggio 2017 della Città Metropolitana di Genova, Ente di Governo d’Ambito (EGA), ha approvato il conguaglio tariffario dell’ambito Genova derivante da partite pregresse relative al periodo 2007-2011, prevedendone la rateizzazione in 4 anni ed indicando l’entità del recupero per ciascun anno.

Alla luce del comunicato AEEGSI, ora ARERA, del 6 ottobre 2014 il recupero avviene tramite l'addebito di un'aliquota tariffaria aggiuntiva per ciascun servizio fornito (acquedotto, fognatura, depurazione), applicata ai metri cubi fatturati di competenza del periodo.

Sono tenute al pagamento del conguaglio tariffario le utenze che erano attive al 31/12/11 e che sono ancora attive al momento della fatturazione dell’aliquota di conguaglio.

Nel periodo 2017-2020 saranno applicate sui consumi di competenza del periodo, per ciascun servizio fornito (acquedotto, fognatura, depurazione), le seguenti aliquote aggiuntive:

  • 0,030129 €/m3 per l’anno 2017
  • 0,090388 €/m3 per l’anno 2018
  • 0,120518 €/ m3 per l’anno 2019
  • 0,023911 €/ m3 per l’anno 2020 (più adeguamento inflattivo (*) 

(*) nota: per l’anno 2020 l’aliquota riportata è indicativa in quanto sarà adeguata sulla base del tasso di inflazione registrato nel periodo

Vuoi saperne di più? Scarica le Domande e Risposte frequenti